Comune di Sulmona

Portale ufficiale del Comune di Sulmona

20-06-2019
Ti trovi in: HOME » Comunicati Stampa » COMUNICATO STAMPA ASILI NIDO
 

Che tempo fa?

La visualizzazione del contenuto di questo modulo necessita l'accettazione dei cookie di tipo marketing.
E' possibile abilitare l'accettazione della suddetta tipologia di cookie al seguente link:
Cookie Policy

Traduci il sito

La visualizzazione del contenuto di questo modulo necessita l'accettazione dei cookie di tipo marketing.
E' possibile abilitare l'accettazione della suddetta tipologia di cookie al seguente link:
Cookie Policy

Controllo automatico accessiControllo automatico accessi 800-106330 Conferimento rifiuti ingombrantiConferimento rifiuti ingombranti 800-012490

COMUNICATO STAMPA ASILI NIDO

Data di pubblicazione: 01/04/2019
 

“Si punta a migliorare il servizio per gli asili nido cittadini, compresa anche la preparazione pasti interna, che avverrà a seguito di una nuova gara per la concessione della gestione, la quale sarà affidata con il criterio dell’offerta economicamente più conveniente, sulla base di un opportuno bilanciamento tra qualità del servizio ed offerta economica. Si va verso la concessione proprio per consentire di rendere flessibile e innovativo il servizio lasciando al gestore, che si aggiudicherà la gara, di apportare un ampliamento dell’offerta  con una gamma di attività aggiuntive in base a bisogni delle famiglie del territorio. I singoli progetti che saranno presentati, infatti, dovranno prevedere elevati standard di manutenzione ordinaria e straordinaria, sostituzioni e reintegri di materiali anche ludici in disuso per migliorare l’esistente.  E’ stato necessario predisporre un aumento delle tariffe delle rette degli asili nido e micro-nido, a partire dal prossimo 1 settembre (minimo: da 63 a 99 euro, massimo: da 210 a 330 euro),  avvicinando il costo a quello di altre città non solo del comprensorio peligno, ma del territorio nazionale, in cui la retta supera i 400 euro mensili. Si definirà, dunque, un nuovo regolamento con fasce Isee a salvaguardia delle famiglie con redditi minori, al fine di garantire a tutti un equo accesso al servizio.”. Lo afferma l’assessore alle Politiche Sociali Piero Fasciani.